TRADUTTORE

martedì 26 maggio 2015

FLOUR’S HOUSE – The saga – Part seven – NATALIA’S CROCHET - LAST EPISODE!


Manco solo io. Tutti i membri della mia famiglia sono venuti in questo piccolo caffè e si sono aperti, raccontati, messi a nudo davanti a una platea sconosciuta. Volevo chiamarmi fuori, evitare una confessione stile “Grande Fratello”, alla fine la mia vita è così banale, cosa ho da raccontare? Seconda figlia della Bianca, la fornaia del paese, e del Pasqualino, il meccanico. Mio fratello maggiore Luca ha continuato l’attività di nostro padre in officina mentre la piccola di casa, la Bruna, è l’imprenditrice di famiglia e ha rilevato il forno della mamma e ha assunto sia me che la Paola, l’altra sorella. Mi sono sposata né presto né tardi, avevo ventisei anni, con il Giovanni, il migliore amico di mio fratello. Abbiamo avuto due bambini, un maschietto e una femminuccia. Ne avrei voluti altri ma non sono più venuti e non ne abbiamo fatto un dramma. Abitiamo in una piccola villetta a schiera, abbiamo un cagnolino meticcio che distrugge regolarmente il giardino grande come un francobollo, due gatti e un criceto. Mio marito lavora in Comune e i bambini vanno bene a scuola. Non ho mai avuto un amante e penso che anche Giovanni non mi abbia mai tradito. Che altro dire? Mi piace fare l’uncinetto, vi ho portato qualche lavoretto da vedere.

A proposito, in questo caffè non ci sono le macchinette per giocare? Mi diverto così tanto! Quando vado a prendere i bambini a scuola mi fermo sempre in quella sala slot piena di luci e colori. Una volta ho anche vinto: un sacco di monete tintinnanti continuavano a traboccare dalla macchinetta, che ridere! Anche se sono arrivata tardi a scuola e le maestre mi hanno guardato in cagnesco non riuscivo a smettere di ridacchiare. Però non lo dite a nessuno che mi piace infilare quintali di monetine in quella fessura, ho letto che viene considerata una malattia, una dipendenza come una droga. Ma non è il mio caso, assolutamente no. Smetto quando voglio, io! 

 

 



2 commenti:

  1. che bella la passione dell'uncinetto,mi ricorda nonna Lucia, quante cose belle faceva!!!!Conserva bene questa passione!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  2. Che bello rivedere le tue creazioni uncinettose. Brava Amelie!
    E che oca che sono.... ho letto l'ultima puntata prima di leggere le altre.... no comment.... =)
    Dani

    RispondiElimina

Grazie per le vostre parole...