TRADUTTORE

venerdì 31 gennaio 2014

DOLCETTI SEMPLICI DI PASTA FILLO

Dolcetti semplici di pasta fillo

C’era una volta una strega cattiva con una nomea di femmina prevaricatrice, supponente, egoista, che l’ha sempre preceduta; le sue pretese assurde erano famose nel circondario. Il suo profumo ammorbava tutta l’aria circostante, ristagnando nel cubicolo che pomposamente chiamava ufficio, pieno di fiori finti come lei, polverosi come la sua anima irrancidita, e di quadri falsi come i suoi consigli.  Lacrime femminili e maschili sono state versate per causa sua, lacrime di rabbia e impotenza, non certo d’amore. Ma ad un certo punto tutto è finito: lo stillicidio di cattiverie quotidiane, critiche e pettegolezzi ha raggiunto il termine. La strega cattiva è stata allontanata, estirpata, come si confà alle erbacce cattive.  La sua voce stridula non risuona più nei corridoi, la sua risata ipocrita non graffia più i timpani. Un peso dal cuore è stato tolto, la mano che stritolava le budella si è aperta, il macigno che gravava sul respiro ha preso il volo.
Siete rimasti senza parole. Increduli e stupefatti di tanto silenzio, di una tale e radicale modifica che avrebbe cambiato le vostre vite. L’armonia ha preso il sopravvento, una nuova stagione è iniziata all’insegna della dolcezza. Si può festeggiare una perdita? In questo caso sicuramente sì! E quindi largo a dolcetti “finger food”, golosi ma pratici per poter essere acchiappati al volo e mangiati tra un servizio e l’altro. Basta un po’ di pasta fillo sottile, dalla quale ricavare delle lunghe strisce da sovrapporre e  poi tagliare in rettangoli  e quadrati. Spalmarne un lato con ingredienti diversi: marmellate, nutella, pezzi di cioccolato; richiudere a formare dei triangoli o arrotolati su se stessi a mo’ di sigaro. Passare in forno a 180° per 15 minuti e cospargere con zucchero a volo solo quando sono freddi. E’ già passato un anno, ma ancora, a volte, rimani stupefatta pensando a quanto dolore hai dovuto sopportare a causa di un altro essere che tanto umano non è.  

6 commenti:

  1. Buonissimi!!
    Beh, sono contenta per te, certe perdite è assolutamente lecito festeggiarle!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  2. Una tale perdita va assolutamente festeggiata! =)
    In questo dolce modo poi.... è una meraviglia.
    Daniela

    RispondiElimina
  3. Mamma che buoni questi dolcetti!
    Se solo si potesse ne assaggerei volentieri uno!!
    Un bacione e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  4. Festeggiamo, l'arpia non c'è più e questo solo conta! Bacione cara, a presto

    RispondiElimina
  5. Deliziosi cara, splendida idea!!!

    RispondiElimina
  6. Ciaooo ti ho conosciuto grazie all'iniziativa di Kreattiva. Complimentiiiiii, nuova follower!!! Se ti va di ricambiare mi farebbe piacere, ti lascio il mio blog: www.aloeverasabry.blogspot.it

    RispondiElimina

Grazie per le vostre parole...